Mese: marzo 2017

#NO TAP-28 marzo 2017

NO TAP: CONTRO IL PROGETTO E L’ESPIANTO DEGLI ULIVI

di CARLO CUCCOMARINO I lavori di costruzione del gasdotto che trasporterà gas naturale dall’Azerbaijan in Europa sono cominciati nel 2016.Il Trans Anatolian Pipeline si collega di fatti alla zona di confine fra Grecia e Turchia.Il metanodotto attraverserà l’Albania e l’Adriatico per approdare sulla costa salentina di San Foca di Melendugno. Lungo 878 km, l’attraversamento dell’Adriatico

Schermata 2017-03-27 alle 09.37.38

Giù la maschera

di ENDA BROPHY Prefazione a “Il prezzo di un sorriso. Vita, linguaggi e sfruttamento nei call center” (di Francesco Maria Pezzulli – Quaderni di sudcomune, n.1/2017) Al crepuscolo del fordismo, nel 1970, il famoso sociologo americano Daniel Bell divise la storia umana e le sue forme predominanti di lavoro in tre fasi. In epoca preindustriale,

Libertà di Movimento-Europr4 all-25MH.11Corteo-Roma Piazza Vittorio

Cosa rimane dello spazio europeo?

di DINAMO press (in dinamopress.it,marzo 2017) 4 punti per la ripresa di una politica delle lotte in Europa. •Libertà di movimento Lo spazio europeo non è mai stato liscio, né neutro. Da Maastricht in poi, i vari passi che hanno sancito la svolta neoliberale dell’Unione Europea sono stati in ogni momento accompagnati da una forte

Attalai-Gábor-Negative-Star-1970-Marinko-Sudac-Collection-940x714 (1)

L’anomalia italiana-Differenze e conflitti del pensiero

di NICOLAS MARTINO(Operaviva.info-Dicembre 2016) All’inizio furono due antologie a proporre il pensiero radicale italiano al pubblico di lingua inglese, . un numero della rivista Semiotext(e) significativamente intitolato «Autonomia» (1980), curato da Sylvère Lotringer e Christian Marazzi, e poi «Radical Thought in Italy» (1996) a cura di Michael Hardt e Paolo Virno. La prima usciva in

blu

Dopo l’Unione Europea

di FRANCO BERARDI BIFO(Effimera.org,marzo,2017) Il filo aggrovigliato del possibile È possibile ridurre l’infinita complessità delle forme sociali in caotica evoluzione a una tendenza centrale, a un attrattore universale del divenire del mondo? Dal punto di vista filosofico non è legittimo farlo, perché occorre mantenere ben fermo il principio di un eccesso infinito e perciò irriducibile

Salvini razzista e antimeridionale-Napoli non ti vuole.jpg-01

L’anomalia napoletana sotto attacco… dell’idiozia

di Massacriticanapoli.org,marzo 2017 E’ trascorsa una settimana da quando le iniziative e le mobilitazioni contro la venuta di Salvini sono sfociate nel corteo di sabato 11. Abbiamo lasciato trascorrere qualche giorno prima di prendere parola. Non è nella nostra cultura la politica dell’evento né il circo mediatico, neanche quando ci vede “protagonisti”. In questa lunga

caos-l'età

Salario o reddito? La produttività del non lavoro.

di TONI CASANO,marzo 2017 Il nuovo sindacalismo dovrà provare ad estendere il campo della contrattazione immediatamente sul versante sociale, prendendo atto una volta e per tutte della fine del lavoro salariato, riconoscendo nel reddito di base e incondizionato la centralità negoziale di portata epocale   Diciamolo con estrema franchezza a quanti credono, pur prendendo le

incendio-rignano

L’ordine regna a Rignano

di SALVATORE PALIDDA (in Effimera.org.marzo 2017) Schiavi, caporali, repressione poliziesca: un modello di regolazione economica e sociale Il 3 marzo è stato distrutto da un incendio il ghetto di Rignano Garganico, grande baraccopoli del foggiano abitata da migranti. Nel rogo sono morti due braccianti, Mamadou Konate e Nouhou Doumbia, rispettivamente 33 e 36 anni, originari

reddito per tutti

La bufala del lavoro di cittadinanza

di ANDREA FUMAGALLI (in Effimera.org,marzo 2017) E’ molto signorile Laura Pennacchi a resistere alla tentazione di parlare di frode a proposito della proposta di Renzi di “lavoro di cittadinanza” in alternativa al “reddito di cittadinanza”. In effetti avrebbe tutte le ragioni, dal momento che tale proposta è stata da lei presentata più volte negli scorsi anni in

basic income-2

Perché Renzi odia il reddito di cittadinanza e propone il lavoro di cittadinanza

di ROBERTO CICCARELLI in (ilmanifesto.it,febbraio 2017) Straordinario Renzi: di ritorno dalla California, dove si sperimenta il reddito di cittadinanza, annuncia in Italia una tesi opposta: il lavoro di cittadinanza. Dopo la batosta del 4 dicembre deve recuperare il voto di giovani e poveri. Come? Mettendoli a lavorare (su cosa?) in cambio di una “cittadinanza”: qualche

montevergini

Cinque mesi di autogestione. Uso civico, quando?

di ASSEMBLEA MONTEVERGINI -PALERMO “Né pubblico, né privato. Comune”. Laboratori sociali di sperimentazione «degli usi civici per luoghi sensibili considerati patrimonio collettivo». Diritto alla città è la riappropriazione degli spazi e del tempo per una pratica di cittadinanza sostanziale e concreta. L’autonomia civica basata sulla condivisione di saperi, competenze, bisogni e desideri. Configurazione di nuovi

l'otto-marzo 2017

Uno sciopero biopolitico

di CRISTINA MORINI (in Effimera.org,marzo 2017) Che occasione avremo, tra poche ore, il giorno 8 marzo 2017. Partecipare e contribuire a fare grande, da vari punti del pianeta, lo sciopero globale femminista inventato nell’era precaria. Un mosaico condiviso di frammenti, come una immensa coperta patchwork fatta di più trame, fili e colori, che tutti disegnano

strike 4 repeal

Verso lo sciopero globale. Appunti per una sovversione dell’ordine sociale dei generi

di ANDREA MARESCO (in Effimera.org,marzo 2017) Da un’analisi generale del movimento globale di Non Una di Meno, della sua composizione sociale, dalle rivendicazioni di lotta che oggi lo caratterizzano e dalle discussioni politiche di questi mesi all’interno del Tavolo Lavoro e Welfare, alle opzioni teoriche e politiche di cui oggi disponiamo per una sovversione radicale

reti-seminario-990x640 (1)

Megamacchine del neurocapitalismo. Genesi delle piattaforme gobali

di GIORGIO GRIZIOTTI (in Euronomade.info, marzo 2017) FLUSSI E PIATTAFORME Lewis Mumford introduce nel 1967 il concetto di megamacchina1 come complesso sociale e tecnologico che modellizza le grandi organizzazioni e progetti dove gli umani diventano pezzi intercambiabili o servo-unità e lo applica risalendo addirittura alla costruzione delle Piramidi in Egitto. Mentre Mumford considera che le

Schermata 2017-02-19 alle 23.34.39 copia

La demografia, questione meridionale del terzo millennio

Riceviamo da Bari e volentieri pubblichiamo L’ETA’ DELL’ABBANDONO di Gabriele Di Palma Se la Puglia si spopola, le altre regioni del Sud non sono da meno. Spulciando le stesse previsioni Istat degli indicatori demografici al 2065, si nota, da una parte, una tendenza dell’intero territorio nazionale all’invecchiamento, dall’altra una netta demarcazione tra Nord e Sud

1 2