Mese: luglio 2017

01 G20 Welcome to hell-06-08 luglio 2017

Ausser Kontrolle la crisi della “global governance ” e le giornate di Amburgo

di COLLETTIVO EURONOMADE (in euronomade.info, luglio 2017) Abbiamo scelto di lasciar trascorrere più di una settimana, prima di proporre alcune considerazioni sulle giornate di Amburgo contro il G20, per alcune sostanziali ragioni. Innanzitutto perché abbiamo preferito si diradassero le nebbie mediatiche che, in Italia ma in particolare in Germania, hanno avvolto l’evento condizionando talvolta anche la

25

Cronaca emotiva, casuale, collettiva delle giornate del G20 ad Hamburg

di BERLIN MIGRANT STRIKERS (in Effimera.org, luglio 2017) Premessa: “Chi ben comincia”, scritta prima di prendere il Bus per Hamburg da Berlino che ci avrebbe portato al G20. Siamo arrivati ad Amburgo in bus da Berlino. Eravamo in emergenza “abitativa” dopo che tutti gli Airbnb della città disponibili ci avevano dato buca; del resto chi

G20 Hamburg 2017

SOLLEVAZIONI

di TONI NEGRI (in euronomade.info, luglio 2017) Ricordiamo quegli esercizi sportivi dove atleti alzano pesi sempre maggiori? C’è una pausa, un attimo lunghissimo fra il levare dal basso e il sollevare in alto quel peso. È questa pausa che va analizzata, è su questo intervallo che va portata l’attenzione quando si parli di sollevazione. È

G 20 Amburgo

#Amburgo: migliaia di giovani rovinano la “festa” dei #G20-La cronaca della giornata

di BEPPE CACCIA (in Ilmanifesto.it,luglio 2017) L’annullamento di gran parte del programma di attività “turistiche” previste per le e i consorti dei Venti Grandi, con estremo disappunto di Melania Trump, potrebbe essere considerato, a ragione, la cifra simbolica e materiale della prima giornata del Vertice dei G20 ad Amburgo. Una lunghissima giornata, iniziata alle 6

govarnance-03

L’ideologia della governance. Alcune riflessioni sull’Europa e sull’ordoliberalismo a partire da un libro recente

di OLIMPIA MALATESTA (in connessioniprecarie.org, luglio 2017) Governance» è una delle parole maggiormente utilizzate nel lessico politico contemporaneo. Ricorre con frequenza nei documenti ufficiali dell’OCSE, della Banca Mondiale e dell’Unione Europea e designa il passaggio dalle forme decisionali verticistiche e «Stato-centriche del policy making (tipiche del fordismo)» a forme di coordinazione politica ed economica orizzontali in cui i programmi da

reddito garantito-01

Luigi Ferrajoli: «Contro le diseguaglianze ci vuole il reddito universale»

Intervista di ROBERTO CICCARELLI a LUIGI FERRAJOLI((in Ilmanifesto.it,luglio 2017) Luigi Ferrajoli, in dieci anni la povertà in Italia è raddoppiata. Quali sono state le politiche che hanno generato questo fenomeno? Nasce da politiche che hanno soppresso i vincoli ai poteri del mercato che sono diventati poteri assoluti e selvaggi, hanno provocato in tutto il mondo, e

America,1968-2015

L’effetto contagio dei movimenti urbani globali. Intervista a David Harvey

di NICCOLO’ CUPPINI(da connessioniprecarie.org,luglio 2017) Una versione ridotta di questa intervista è stata pubblicata su «Il Manifesto» del 13 luglio col titolo Il contropotere è cittadino. L’intervista è stata realizzata giovedì 29 giugno a Bologna, dove Harvey era presente per la Summer School «Sovereignty and Social Movements» organizzata dall’Academy of Global Humanities and Critical Theories. Abbiamo

papabarbiana-800x540

Don Milani, il Papa e la lotta di classe

di ANTONIO VIGILANTE(glistatigenerali.com,luglio 2017) Nel marzo del 1960, durante la traslazione della tomba di Alessandro Manzoni, accadde un mezzo miracolo: la tomba apparve apparve stranamente illuminata, anzi sprigionante luce. Fu un mezzo miracolo, e non un miracolo completo, perché qualcuno ebbe il buon senso di far notare che si trattava del riflesso di un raggio

bene comune-04

La natura violata disvela beni comuni

PIERO BEVILACQUA (in Tysm.org,maggio 2017) La proprietà che esclude La prospettiva fornita dall’analisi storica assume sempre di più una potenza dirompente nei confronti delle strutture del presente. Se il termine non fosse usurato, direi che essa è indispensabile per dare fondamento a una visione rivoluzionaria. Dove il termine rivoluzionario non ha il significato commerciale e

Dardot-Laval

Neoliberismo-Governare con la nostra libertà

di PIERRE DARDOT, CHRISTIAN LAVAL (in Operaviva.info,giugno 2017) «Neoliberismo»? Questa parola associa la novità («neo») con la libertà («liberalismo»). Vuol dire che è necessario essere neoliberisti per essere «assolutamente moderni» (per usare un’espressione di Arthur Rimbaud) ed essere anche interamente liberi, ma sempre proporzionalmente alla libertà di cui deve godere il capitale, come chiedeva Milton Friedman?

1 2