Mese: gennaio 2018

bari-profughi-albanesi-nave-vlora002-1000x600

Sulla femminilizzazione dei processi migratori: il caso delle donne albanesi in Puglia. Una introduzione

Con questo importante testo introduttivo di Ketty Nardulli iniziamo ad affrontare un tema poco analizzato ma di estremo interesse per comprendere i processi di globalizzazione (e di neofeudalesimo) presenti oggi nel Mezzogiorno d’Italia. Seguiranno pertanto altri interventi sull’argomento, a cadenza all’incirca mensile, incentrati i prossimi sul protagonismo femminile in questi particolari flussi migratori e sul

foto-terragiusta

Rosarno, otto anni dopo la rivolta: dove vivere e lavorare rimane vergognosamente disumano

di MEDU-Medici per i diritti umani (in mediciperidirittiumani.org,gennaio 2018) Otto anni dopo la rivolta di Rosarno, poco o nulla è cambiato per i quasi 3.000 lavoratori migranti che anche quest’anno si sono riversati nella Piana di Gioia Tauro per la stagione agrumicola. Secondo i dati raccolti della clinica mobile di Medici per i Diritti Umani (Medu),

Il ponte di Calatrava a Cosenza; sotto la protesta del comitato Prendocasa © Giaco Greco

Cosenza ha il suo Calatrava, ma non collega niente

di C. DIONESALVI e S.MESSINETTI(in ilmanifesto.it, gennaio 2018) Ci sono voluti due decenni, ma alla fine pure in Calabria è stato issato un ponte progettato dall’architetto spagnolo Santiago Calatrava. A forma di arpa, con un’ampiezza di 130 metri e una torre alta 104, sarà intitolato a San Francesco di Paola, che di ponti non aveva

Squilibrio-Il labirinto della crescita e dello sviluppo capitalistico di R.Romano e S.Lucarelli,Ediesse Libri

Le illusioni dell’economia dell’equilibrio

di  PAOLO LEON (in keynesblog.com,gennaio 2018) Pubblichiamo la prefazione di Paolo Leon al libro Squilibrio – Il labirinto della crescita e dello sviluppo capitalistico di Roberto Romano e Stefano Lucarelli, Ediesse Libri L’economia come scienza compiuta, quando, pur differenziate, le ricerche riposavano su un apparente solido terreno comune, è stata travolta dalla crisi iniziata a settembre 2007. Al

basic-income-video (1)

Dell’uso strumentale del reddito per finalità politiche

di ANDREA FUMAGALLI E CRISTINA MORINI(in effimera.org,gennaio 2018) Non è necessario essere dei veggenti, ma neppure fini analisti, per prevedere che uno degli argomenti al centro della prossima campagna elettorale sarà costituito dal tema del reddito. Le tre principali forze politiche (5 Stelle, Pd e infine, ultima in ordine di apparizione, Forza Italia) si stanno

popolo-sovrano-vignetta-1140x555

Essere popolo non ci basta più

di GISO AMENDOLA (in euronomade.it,gennaio 2018) Capita spesso che i termini subiscano veri e propri processi inflattivi: come la diffusione dell’uso rende la moneta più leggera, così alle parole accade che il proprio valore semantico si assottigli proprio a causa dell’improvviso successo della parola stessa. Per “populismo” sta evidentemente accadendo la stessa cosa: usato per

merkel-6751

Grande coalizione, la governabilità über alles

di MARCO BASCETTA (in ilmanifesto.it,gennaio 2018) Così la leggendaria stabilità del sistema tedesco avrebbe ancora una volta superato la prova più dura. Il «senso di responsabilità» dei grandi partiti di massa verso l’interesse nazionale prevarrebbe ancora sui timori per l’inesorabile declino di consensi che li affligge. La tranquilla forza della Repubblica federale si mostra intatta.

Chiara Pirroncello nel suo laboratorio di tessitura artigianale a Chiaravalle, in provincia di Catanzaro, luglio 2017. (Andrea Sabbadini, Buenavista photo)

Le ragazze e i ragazzi che sfidano la mafia in Calabria

di ANGELO MASTRANDREA (in internazionale.it,gennaio 2018) In molti paesi della Calabria è ancora vivo il ricordo delle majistre, maestre, e dei loro segreti. Le uniche donne a saper preparare i telai erano anche le uniche a conoscere a memoria i cunti, racconti, una parola che indica le nenie con cui accompagnavano il loro lavoro. Per

James O'Connor

Dalla “crisi fiscale dello stato” alla “seconda contraddizione del capitale”: il percorso intellettuale di James O’Connor

di ALFREDO AGUSTONI (in effimera.org,dicembre 2017) James O’Connor è ben conosciuto, prima che per la sua proposta di un approccio “ecomarxista”, per la sua analisi della crisi fiscale dello stato. Di qui, l’estrema attualità di un autore che cerca di esaminare, dal punto di vista di un marxismo “critico”, problemi che al tempo in cui

collasso

La responsabilità politica del collasso del nostro pianeta

di ROBERTO SAVIO (in megachip.globalist.it,dicembre 2017) Ormai è chiaro che abbiamo perso la battaglia per mantenere il pianeta così come lo abbiamo conosciuto. Una personale opinione? No, fornirò tutti i dati perché sia concreta. Il 20 dicembre, I 28 ministri europei dell’Ambiente si sono incontrati a Bruxelles per discutere il piano per la riduzione delle

Omnia sunt communia-

L’arcipelago dei commons

Intervista di GIANLUCA CARMOSINO a MASSIMO DE ANGELIS (in comune-info.net,dicembre 2017) In ogni angolo del mondo emergono pratiche che aprono spazi di imprevedibilità: nuove forme di aggregazione politica rifiutano, in modi differenti, il dogma del profitto, sottraggono al mercato tempo, relazioni e saperi, per porre le fondamenta di un autentico e variegato movimento. È quello

la variante gentista-1114x557

La variante gentista

di GIULIANO SANTORO (in dinamopress.it,ottobre 2017) “La gente. Viaggio nell’Italia del risentimento” è il libro di Leonardo Bianchi, edito da Minimum Fax che analizza il fenomeno globale del “gentismo” da Casaleggio a Grillo fino ad arrivare a Trump. Assistendo ad un pensoso consesso di intellettuali e giuristi considerati «di sinistra» chiamati a discutere di beni

contrade-e-feudi-di-RIbera-Ag-510x381 (1)

Agricoltura siciliana – Criticità e soluzioni

di DARIO TARDINI ( in Sensocomune.it,Dicembre 2017) Sono passati due mesi dalle elezioni regionali siciliane, ne è uscito vincitore il centrodestra, ma molto probabilmente sconfitto il popolo siciliano, che si ritrova un presidente eletto da una minoranza. Una cosa è certa, la Sicilia continuerà nel processo di “disamministrazione” e distruzione intrapreso dai governi Crocetta, Lombardo e Cuffaro. 

amazon

«I robot non rubano il lavoro . Siamo noi il cuore dell’algoritmo »

intervista di ROBERTO CICCARELLI ad ANTONIO A. CASILLI. (in Il manifesto.it,dicembre 2017) Antonio Casilli, professore alla Télécom ParisTech, è considerato uno dei maggiori esperti di capitalismo delle piattaforme. È noto per le ricerche pionieristiche sul «lavoro digitale» che rovesciano il senso comune apocalittico secondo il quale il lavoro è finito a causa dell’automazione. «Siamo noi a formare i