elezioni-tedesche-510-01

Elezioni tedesche: un risultato scontato dalle conseguenze scontate

di ALESSANDRO SOMMA(in micromega-online,settembre 2017) Il partito della Cancelliera vince ma viene ridimensionato (33%), i Socialdemocratici crollano (20,5%), mentre la destra xenofoba diventa il terzo partito (12,6%): è questo l’esito delle elezioni tedesche, che probabilmente porteranno al governo una coalizione di Cristianodemocratici, Liberali (10,7%) e Verdi (8,9%). Per i primi commentatori si tratta di un risultato

il popolo è una costruzione-608x400

«Il popolo è una costruzione»

Intervista a JACQUES RANCIE’RE (in Tysm.org,Settembre 2017) Questa intervista, rilasciata prima delle recenti elezioni presidenziali francesi, è stata pubblicata sul numero 3 della rivista Ballast, che ringraziamo per avere concesso l’autorizzazione a tradurre. Con la consueta radicalità, Il filosofo francese affronta qui i temi del popolo e della democrazia già discussi in libri come La Haine

dati disoccupazione U6 e sue componenti-articolo-Fumagalli

Dati controcorrente sull’economia italiana e il mercato del lavoro

di ANDREA FUMAGALLI (in Effimera.org,Settembre 2017) Nelle ultime settimane siamo stati subissati da buone notizie sull’andamento del’economia italiana. Il Pil cresce sopra le aspettative. L’Istat ci dice che il numero degli occupati è tornato a superare la quota di 23 milioni di persone, cioè al livello precrisi (2008) e che la disoccupazione scende (- 154.000

Negri e Hardt

Michael Hardt e Toni Negri. Assembly

di PIETRO BIANCHI(in doppiozero.com,Settembre 2017) A Greensboro, in North Carolina, l’1 febbraio 1960, quattro studenti del primo anno della North Carolina A&T State University – Joseph McNeil, Franklin McCain, Ezell Blair Jr., e David Richmond – entrano in un cosiddetto five and dime store di Woolworth (un’azienda che oggi conosciamo con il nome di Footlocker), uno

censura

L’università in scatola. Intervista a Federico Bertoni

in «sudcomune. biopolitica inchiesta soggettivazioni», n. 1-2/2016 L’intervista a Federico Bertoni, in occasione della pubblicazione del suo importante lavoro Universitaly. la cultura in scatola, è stata condotta nell’ambito dell’inchiesta sugli studenti e le trasformazioni dell’Università che l’Associazione sudcomune e il Laboratorio di Sociologia dell’educazione e delle culture dell’Università di Roma 3 hanno iniziato nel corso

dall'università distrutta a quella che vogliamo

La guerra all’istruzione produce laureati precari e docenti sottopagati

di ROBERTO CICCARELLI (in Il Manifesto.it,Settembre 2017) Resistenze possibili. I risultati della guerra all’istruzione, all’università e alla ricerca nel rapporto Ocse 2017. Nove miliardi di euro sono stati tagliati a scuola e università tra il 2008 e il 2011. Da allora questi fondi non sono stati recuperati. L’Italia è un caso unico tra i paesi Ocse.

deleuze-guattari

La macchina del pensiero nomade

di GISO AMENDOLA (in IlManifesto.it,agosto 2017) «Mille piani, fra i nostri libri, è stato quello accolto peggio. Eppure, se lo preferiamo, non è al modo in cui una madre può preferire un figlio disgraziato». Così, nella prefazione all’edizione italiana di Mille piani. Capitalismo e schizofrenia, uscita nel 1987, Gilles Deleuze e Felix Guattari descrivono il loro

munch-melanconia-01

Lo smarrimento dell’autenticità

di MARCO BASCETTA (in Euronomade.info,Agosto 2017) Gli studi volti a definire il romanticismo, a elencare i requisiti che ricadono sotto questa definizione, a delimitarne l’arco temporale e la sfera di azione, a metterne in luce le contraddizioni e le metamorfosi sono innumerevoli e vari. Anche i moventi che li sottendono sono molteplici: dall’affezione estetica all’interesse

fermate quel reddito di cittadinanza

Fermate quel reddito di cittadinanza

di GIULIANA COMMISSO e GIORDANO SIVINI(in Comune-info.net,Agosto 2017) Cultura imprenditoriale, personalizzazione dei percorsi, enfasi sull’auto-attivazione nel lavoro sono al centro del disegno di legge sul reddito di cittadinanza del M5S e sono parte integrante di un ordine del discorso che mira a far interiorizzare la normalità della precarietà lavorativa. Per questo, secondo gli autori del

io-sono-povero

Controllo sociale governance della poverta. Note sull’introduzione del Reddito di inclusione in Italia

di ANDREA FUMAGALLI(in Effimera,Settembre 2017) Il 29 agosto 2017 è stato approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri il Reddito di inclusione (REI). Si tratta di una misura nazionale di contrasto alla povertà, selettiva e condizionata. Si compone di due parti: un beneficio economico, erogato attraverso una Carta di pagamento elettronica (Carta REI); un

1 2 3 4 5 30