universita2

Per l’inchiesta sugli studenti e le trasformazioni dell’università

di FRANCESCO MARIA PEZZULLI (in Effimera.org, aprile 2016) Dopo l’articolo sulla “buona scuola” di Matteo Renzi a firma del “Gruppo di discussione per la ripresa di un movimento antagonista nelle scuole e nelle università”, pubblichiamo alcune linee guida di un’inchiesta sugli studenti nelle università italiane avviata dal Laboratorio di Sociologia dell’educazione e delle culture di

copertina-per-articoli

Editoriale n. 1-2, Lavori in corso

L’obiettivo con il quale abbiamo iniziato lo scorso anno l’esperienza della rivista sudcomune era quello di occuparci da vicino delle recenti trasformazioni del capitalismo, per descriverne le caratteristiche e le tendenze e soprattutto per interrogarci sul loro superamento. Nell’editoriale 0, in breve, abbiamo insistito sulle ragioni che hanno portato alla nascita della rivista e gli

povertà (1)

Impegnare i debitori al giusto pagamento

di STEFANO LUCARELLI (in Effimera.org,maggio 2017) Prefazione al libro di Marco Fama, Il governo della povertà ai tempi della (micro)finanza, (Ombre Corte)                                                        Io non consiglio pertanto la Vostra Grazia di proteggere il popolo che si rifiuta di pagare gli    interessi o di impedirgli di pagarli, perché non si tratta di un onere che un principe

povertà-768x619

La povertà nel Mezzogiorno d’Italia: il caso di Lecce

di GUGLIELMO FORGES DAVANZATI (in Iuncturae.eu ,maggio 2017) La povertà a Lecce, come del resto nel resto d’Italia e nel Mezzogiorno, è in continuo aumento e costituisce verosimilmente il problema principale che la prossima amministrazione comunale dovrà affrontare. Su fonte CARITAS, il problema riguarda circa 2000 famiglie, molte delle quali vivono al di sotto della

20 Andy Warol

Ecosofia critica

di TIZIANA VILLANI (inEffimera.org,aprile 2017) Il dibattito utilmente aperto dai contributi proposti da Emanuele Leonardi e dal suo testo iniziale, ha per me un pregio fondamentale: aver lanciato un sasso nello stagno da tempo immobile di percorsi di ricerca che stanno cercando di confrontarsi con le difficoltà del presente. Cerco dunque di chiarire meglio il mio

Gian-Maria-Tosatti-Sette-Stagioni-dello-Spirito-4_Ritorn3-1628x1085

Intellettuali di sé Ambivalenza della start-up esistenziale

di MASSIMILIANO NICOLI (in Operaviva.info,aprile 2017) Nel 2015, Dario Gentili e io abbiamo curato un fascicolo della rivista «aut aut» dedicato alla condizione del lavoro intellettuale in epoca neoliberale. Abbiamo scelto per quel fascicolo il titolo Intellettuali di se stessi, prelevando una formula utilizzata qualche tempo prima da Pier Aldo Rovatti nel suo libro Noi, i barbari. La formula

work-02

Gratificazione o sfruttamento? Dal lavoro gratuito alle nuove forme di organizzazione e mutualismo

di SERGIO BOLOGNA(in Effimera.org,aprile 2017) Un testo importante di Sergio Bologna che analizza tre libri collettanei pubblicati di recente, all’interno dei quali, nelle differenze di taglio e di configurazioni, è centrale il tema della gratuità del lavoro contemporaneo, cioè la crisi del “valore” del lavoro (“merce per eccellenza, la madre di tutte le merci”). Si

# No Tav

No Tav, oltre 15.000 in corteo. Fermarci è impossibile

da NOTAV.INFO,maggio 2017 Torna a sfilare il movimento No Tav, assieme ai movimenti per i beni comuni, contro le grandi opere e la devastazione dei territori. ”C’eravamo, ci siamo e ci saremo sempre”. Si è conclusa da poco, dopo una pioggia battente, una grande manifestazione che ha sfilato da Bussoleno a San Didero dimostrando ancora

Uno dei murales dell'ingresso della clinica comunitaria metropolitana di Helleniko,nei pressi di atene

Communia

di PETER LINEBAUGH (in Communia-info.net,maggio 2017) Omnia sunt communia, cioè “tutti i beni in comune”, è un’espressione biblica che oltre a descrivere una pratica di vita degli oppressi nel periodo dell’Impero Romano, è anche lo slogan della massiccia rivolta contadina dell’Europa centrale a partire dal 1526, ed è ora il titolo di un straordinario nuovo

reddito garantito

L’eco-reddito di base contro il produttivismo

di CHRISTIAN MARAZZI(in Effimera.org,aprile 2017) Proponiamo, nel contesto del dibattito su neo-operaismo e decrescita, una riflessione di Christian Marazzi che ci pare particolarmente utile. Si tratta di un ampio estratto dalle risposte di Marazzi al questionario della rivista Etica & Politica sul reddito di base, curato da Emanuele Leonardi e Giacomo Pisani. Abbiamo l’impressione che

18 StreetArt-un affresco murale dell'artista Martin Ron,Buenos Aires

Decrescita e distribuzione del reddito: verso un reddito d’esistenza sostenibile e compatibile

di ANDREA FUMAGALLI (in Effimera.org,aprile 2017) Nell’ambito del dibattito su neo-operaismo e decrescita, avviato dal testo di Emanuele Leonardi che ha indicato finalità e linee di ricerca, e dopo un primo importante contributo di Giorgos Kallis a rappresentare la “via catalana” alla decrescita, presentiamo un intervento di Andrea Fumagalli. Si tratta di un testo del

18/04/2008 INAUGURATO IL FESTIVAL DELLA FILOSOFIA SESSANTOTTO TRA PENSIERO E AZIONE NELLA FOTO TONI NEGRI

Post-operaismo?No,operaismo

di TONI NEGRI(in Euronomade.info,aprile 2017) Nella recente letteratura teorica marxista si parla spesso di “operaismo” e di “postoperaismo”. Come è noto l’operaismo nasce in Italia alla fine degli anni ’50 e si esprime negli anni ’60 attraverso le riviste Quaderni Rossi e Classe Operaia. Si nutrono dubbi sulla continuità dell’operaismo fra quella fondazione e gli anni ’70, quand’esso

1 2 3 23