copertina-per-articoli

Editoriale n. 1-2, Lavori in corso

L’obiettivo con il quale abbiamo iniziato lo scorso anno l’esperienza della rivista sudcomune era quello di occuparci da vicino delle recenti trasformazioni del capitalismo, per descriverne le caratteristiche e le tendenze e soprattutto per interrogarci sul loro superamento. Nell’editoriale 0, in breve, abbiamo insistito sulle ragioni che hanno portato alla nascita della rivista e gli

Corpi mutanti di Tiziana Villani-copertinaxInternet

Corpi mutanti

di Tiziana Villani (in effimera.org,novembre 2018) Pubblichiamo alcuni estratti dal libro di Tiziana Villani, Corpi Mutanti. Tecnologie della selezione umana e del vivente, uscito in questi giorni per Manifestolibri. Ringraziamo autrice ed editore per averci concesso questa anticipazione **** Cani contro cani Un cane riconosce sempre il potere a fiuto. I cani iniziano da subito

Mala terra di Marina Forti

Storie di veleni italiani e di occhi troppo a lungo chiusi

  di G.B. Zorzoli (in alfabeta2.it,dicembre 2018) Un libro d’inchiesta da prendere a modello, Malaterra. Come hanno avvelenato l’Italia di Marina Forti. Dove il supporto di un’accurata ricerca bibliografica è integrata da indagini sul campo che, grazie anche alle testimonianze di protagonisti, rendono le descrizioni del dissesto ambientale “visibili”, come se fossero accompagnate da documentazione fotografica. Inoltre, la

No Tav-02

Tav. La dittatura dell’ignoranza

di Guido Viale(in comune-info.net,dicembre 2018) La dittatura dell’ignoranza è il titolo di un libro in versi di Giancarlo Majorino che ho preso in prestito alcuni anni fa per designare il “liberismo” o “neoliberismo” del giorno d’oggi. Ignoranza, perché il neoliberismo è una rappresentazione della realtà falsa, che impedisce di vedere e capire quello che ci

gilets-jaunes-1280x640

L’insurrezione francese

di Toni Negri(in euronomade.info,dicembre 2018) Ragioniamo su quanto avvenuto in queste ultime tre settimane in Francia. Si può chiamare insurrezione? Dipende da come s’intende la parola insurrezione – certo, comunque la si intenda, qualcosa del genere c’è stato. E probabilmente continua. E non son tanto, a mostrarlo, i violentissimi scontri che ormai da due sabati

Suruwa Jaithe,migrante 18 anni,muore nella tendopoli di San Ferdinando

Surawa, 18 anni: nel ghetto di San Ferdinando si muore ancora

di Alessia Manzi(in dinamopress.it,dicembre 2018) Un’altra morte annunciata nella Piana di Gioia Tauro, dove si continuano a costruire tendopoli nonostante l’alto numero di case vuote presenti sul territorio. Il corpo carbonizzato di Suruwa segue a un anno di distanza quello di Becky Moses, costretta ad abbandonare Riace perché irregolare, e quello di Soumaila Sacko, ucciso

Marcia del Movimento No Tav da Bussoleno a San Diego,maggio 2017-768x497

Presente e futuro del movimento No tav

Wu Ming (wumingfoundation.com,dicembre 2018) 1.La narrazione sì Tav come (scadente) fiction soprannaturale In quest’autunno 2018 chi segue da vicino la questione Tav in Valsusa ha assistito con raccapriccio al ritorno di argomentazioni-zombie, storielle sbugiardate da tempo, discorsi completamente sganciati da ogni realtà terrena. È un sottogenere deteriore della letteratura fantastica, un filone di fiction soprannaturale piuttosto

Harold-Lloyd

Debiti e crediti

di Gianni Giovannelli (in effimera.org.novembre 2018) I componenti del governo combinano continuamente guai, è vero. Ma dobbiamo ammettere che questo avviene perché nella situazione in cui si trovano, con tutta la buona volontà, non sono in grado di agire sensatamente. Si muovono alla spicciolata, senza far mancare dichiarazioni avventate ai giornalisti inviati dai loro avversari.

Macao-768x523

Fare spazio alle attività culturali

di Eddyburg (comune-info.net,novembre 2018) Gli spazi culturali conviviali vanno difesi dove sono sotto pressione, riconquistati dove sono sottratti, rivendicati dove possono essere attivati. Qui la prima guida di Eddyburg, redatta in collaborazione con Eutropian, per fare spazio alle attività culturali FARE SPAZIO ALLE ATTIVITÀ CULTURALI Nelle città europee e italiane sono presenti luoghi accoglienti e

giubbetti gialli-novembre 2018768x512

Gilet gialli, «La mappa sociale è una ’diagonale del vuoto’ che taglia la Francia in due»

di Guido Caldiron (in ilmanifesto.it,novembre 2018) Sul movimento dei gilet gialli abbiamo rivolto alcune domande allo storico e demografo Hervé Le Bras, docente all’École des hautes études en sciences sociales di Parigi. Da anni lei analizza le trasformazioni della società francese a partire dalla carta geografica del paese: da questo punto di vista che cosa

non-una-di-meno-roma 24 novembre 2018

Non una di meno: c’è solo un reddito, quello di autodeterminazione

di Roberto Ciccarelli (in ilmanifesto.it,novembre 2018) Il problema del sussidio di povertà detto impropriamente «reddito di cittadinanza» non è al momento se, da chi, e come il ministro del lavoro e dello sviluppo Luigi Di Maio abbia ordinato di stampare «5 o 6 milioni» di tessere povertà, tra l’altro già sperimentate sotto altri governi, ma

alienazione-640x432

Del comune, dell’alienazione e di altre cose del capitalismo

Andrea Fumagalli e Lelio Demichelis ( in alfabeta2.it,novembre 2018) Due libri apparentemente diversi già nel titolo, due libri invece concretamente molto vicini. Il primo è La grande alienazione, di Lelio Demichelis, da poco uscito per Jaca Book; il secondo, di Andrea Fumagalli, è L’economia politica del comune, pubblicato da DeriveApprodi. Il primo ha per sottotitolo: Narciso,

la marcia degli honduregni verso il Messico

Nativi e stranieri nella lotta comune contro i governi

di Guido Viale (in il manifesto.it,novembre 2018) Nella marcia degli honduregni verso gli Stati Uniti è difficile non riconoscere il Quarto stato di Pelizza da Volpedo; e non vedere in quel presentarsi disarmati e affamati a una frontiera anche la convinzione che la Terra è di tutti. Dunque non solo la disperazione, ma anche la

baobabexperience.org

Il mostro di Riace. E noi?

di Ascanio Celestini (in comune-info.net,novembre 2018) Quanto stiamo diventando cattivi? Come quelli che prendevano il caffè alla stazione quando partivano i treni pieni di ebrei e zingari? Come quelli che erano contenti dell’impero. Quando l’Amba Aradam era sinonimo di confusione? Ecco, noi siamo cattivi come Salvini. Un signore che ci parla dal suo telefonino. Si riprende. Dice

treno

Verità e bufale sul Tav Torino-Lione

di Paolo Mattone, Livio Pepino e Angelo Tartaglia(in volerelaluna.it,ottobre 2018) Il “contratto di governo” tra M5Stelle e Lega prevede, con riguardo alla Nuova linea ferroviaria Torino-Lione, «l’impegno a ridiscutere integralmente il progetto nell’applicazione dell’accordo tra Italia e Francia». A ciò il ministro delle infrastrutture Toninelli ha aggiunto l’ovvio: cioè che, in attesa di tale confronto, ogni

#NO TAP-28 marzo 2017

Rapporto su una guerra già da lungo tempo in atto

di Sandro Moiso (in carmillaonline.com,ottobre 2018) Tra il 5 e il 7 ottobre si è svolto nel Salento un workshop internazionale dal titolo “Policing extractivism: security, accumulation, pacification”, già precedentemente annunciato su Carmilla . Nata dalla collaborazione tra il Movimento No Tap, il Transnational Institute, l’Associazione Bianca Guidetti Serra – Puglia e l’Università del Salento-Cedeuam, l’iniziativa,

1 2 3 29