Schermata 2017-11-27 alle 11.16.53

La Legnochimica a Rende in Calabria: dossier sull’inquinamento dell’area industriale

di Coordinamento territoriale #DECIDIAMO NOI (in Sudcomune.it,Novembre 2017) Per un cambio di  marcia e direzione L’inquinamento dell’area ex-Legnochimica di Rende (Cs), in Calabria, era stato sostanzialmente certificato nel 2010. L’indagine però non era stata completata per carenza di fondi. La perizia redatta dall’attuale rettore dell’Università della Calabria, Gino Mirocle Crisci, non era dunque riuscita a

copertina-per-articoli

Editoriale n. 1-2, Lavori in corso

L’obiettivo con il quale abbiamo iniziato lo scorso anno l’esperienza della rivista sudcomune era quello di occuparci da vicino delle recenti trasformazioni del capitalismo, per descriverne le caratteristiche e le tendenze e soprattutto per interrogarci sul loro superamento. Nell’editoriale 0, in breve, abbiamo insistito sulle ragioni che hanno portato alla nascita della rivista e gli

Schermata 2018-04-16 alle 00.00.41

Dall’università alla comune

Da oltre un mese gli studenti francesi sono in rivolta contro la Riforma dell’istruzione universitaria. Da parte governativa, le uscite di Macron («rilevo che in molte università occupate non ci sono studenti, ma agitatori di professione, professionisti del caos») lasciano intendere che il novello premier non abbia ancora inteso la portata della questione. Pubblichiamo di

oltre il lavoro

Oltre il lavoro, reddito di base come idea di conflitto

di Roberto Ciccarelli (il manifesto.it,aprile 2018) Il reddito di base, incondizionato, individuale e universale è la proposta politica del futuro. È la tesi del Manifesto per il reddito di base rilanciata da Federico Chicchi e Emanuele Leonardi in un testo breve ed efficace (Laterza, pp. 64, euro 7, con una postfazione di Marta e Simone

cropped-logoMALANOVA_HD_small

Sudcomune: siamo in una fase regressiva ma vogliamo aggredire l’esistente!

di REDAZIONE MALANOVA.INFO La Politica è diventata uno strumento per conquistare la ricchezza ed usa la ricchezza per conquistare e mantenere il potere. La grande maggioranza dei cittadini ne è fuori: la vera antipolitica non è il M5S, ma la politica attuale: un mix orribile di corruzione e rigorismo contro i deboli! La “critica della

UBI

Cooperazione sociale, trasformazioni del capitalismo ed economie di rete. Un dialogo sul reddito di base

di Francesco Maria Pezzulli e Andrea Fumagalli (Articolo pubblicato congiuntamente a “Effimera.org”) FMP: Da un po’ di tempo, in particolare dalle ultime elezioni politiche che hanno visto primeggiare il Movimento 5 Stelle, il discorso sul “Reddito” è tornato alla ribalta con particolare vigore; ma anche, come nel passato recente, con tutta una serie di ambiguità

sud-italia

Nota meridionale sui risultati elettorali

di Francesco Maria Pezzulli In un articolo pubblicato poco dopo l’esordio del governo Renzi, scrivevamo che il giovane fiorentino sarebbe caduto sul Mezzogiorno per la spregiudicatezza, meglio la superficialità, con la quale il novello premier si approcciava alle questioni meridionali (1). Fu subito evidente, infatti, la continuità con le politiche clientelari storicamente protrattesi nel sud

Schermata 2018-03-01 alle 23.32.14

Donne e albanesi: nuove forme di vita

di KETTY NARDULLI (in Sudcomune, marzo 2018) Per introdurre il presente scritto, partirò dalle conclusioni del precedente lavoro in cui ho espresso l’ipotesi di una realtà sociale in certa misura modificabile dal soggetto che l’interpreta e dalla definizione che esso ne dà secondo i propri schemi e costrutti mentali rinvenenti da retaggi culturali acquisiti nel tempo. Con

Giacinto_Gigante_-_Marina_di_Posillipo

Et in Pausilipo ego

di STEFANO TACCONE (in Sudcomune, febbraio 2018) Et in Arcadia ego è un’iscrizione riportata in alcuni importanti dipinti del Seicento, fra cui uno del Guercino (1618–1622) ed un altro, di pochi anni più tardi (1640), di Nicolas Poussin. Il primo possiede forse un impatto visivo ancora più prorompente del secondo: i busti di due pastori sbucano dagli

Energia pura e grandissime emozioni con i 99 Posse al Festival Alta Felicità in Val Susa (estate 2016). Foto di Luca Perino-768x494

Colpi di martello sui chiodi della bara-Tav

di WU MING 1 (in comune-info.net,febbraio 2018) Chi segue le vicende della lotta No Tav in Val di Susa non si è affatto sorpreso nell’apprendere gli ultimi sviluppi. Sviluppi che i grandi giornali, i media mainstream, si sono ben guardati dal riportare. Per fortuna ne ha scritto su il Manifesto il “nostro” Maurizio Pagliassotti, e da

Call-For-Papers-Filosofia-Passioni-Politica

Lavoro e rivoluzione Sapere, linguaggio e produzione nel pensiero radicale italiano

ANGELO NIZZA (in losguardo.net, ottobre 2017) «Tutta la teoria sul lavoro intellettuale e manuale esposta in queste pagine deve essere interpretata come contributo all’edificazione del socialismo dopo la rivoluzione, non come teoria della rivoluzione. Ma una rivoluzione tende ai propri effetti finali contenendo già in sé gli elementi che trasforma in risultati. La teoria di

inigo errejon-1182x667

Il ritorno di Errejon -La patria è l’ordine

Intervista di Paula Vázquez e Mario Santucho a Iñigo Errejón (in Sensocomune.it,Dicembre 2017) L’Íñigo in carne ed ossa non ha niente a che vedere con l’immagine che di solito di Errejón viene trasmessa. Lo si è descritto come uno stratega che agisce nell’ombra, inventore dalla “macchina da guerra elettorale” di Podemos; come un Robespierre redivivo

ripensare l'europa

Ripensare l’Europa unita.Appunti per una discussione

di COLLETTIVO EURONOMADE (in euronomade.info,Gennaio 2018) Partiamo da un dato che ci appare inconfutabile: nella situazione attuale, caratterizzata da un mutamento di indirizzo della globalizzazione e dall’emergere di nuove linee di conflitto sul livello mondiale, la questione degli spazi (se si vuole, la questione geopolitica e geo-economica) diviene decisiva per gli sviluppi della lotta di classe.

they-live-we-vote-hillary-shirt-square-300x300

Riflettendo sulle elezioni con Sartre

di FABIO CIABATTI (in carmillaonline.com,febbraio 2018) “Perché dovrei andare a votare?” si chiedeva Sartre molti anni fa. Perché sono stato convinto che è il solo atto politico della mia vita. In realtà, proseguiva, mettere il suffragio nell’urna è il contrario di un atto: significa confermare la mia passività, abdicare al mio potere, cioè alla possibilità che

1 2 3 24